“Tuteliamo le Donne, ma senza odiare gli Uomini”

U.D.i.RE condanna e contrasta qualsiasi forma di violenza sulle donne ritenendolo un vero e proprio “flagello mondiale”, un fenomeno barbarico che sta raggiungendo dimensioni preoccupanti, perché non comprende solo l’aggressione fisica ma include anche vessazioni psicologiche, ricatti economici, minacce, violenze e persecuzioni di vario genere, fino a sfociare nella forma estrema e drammatica del femminicidio.

Tuttavia, nel più assoluto rispetto della Convenzione di Istanbul (che non dimentica certo di ricordare che anche UOMINI e BAMBINI possono essere vittime di maltrattamenti e violenza), del “Principio di non discriminazione” ai sensi dell’ art. 14 CEDU, dell’art. 21 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, nonché del principio di eguaglianza e di parità di trattamento di situazioni «sostanzialmente identiche» ai sensi dell’Art. 3 della Costituzione italiana, riteniamo urgente ed improcrastinabile affrontare il problema della violenza rifiutando quelle rappresentazioni troppo semplificate della realtà e tutte quelle ideologie fondate su stereotipi di genere tramite i quali, si pretende di attribuire a priori a persone o gruppi di persone le stesse caratteristiche.

L’azione di U.D.i.RE è finalizzata al contrasto a qualsiasi forma di discriminazione, all’eliminazione di tutte quelle situazioni in cui persone o gruppi di persone nella stessa posizione ricevono un trattamento diverso; al fine di  garantire a tutti gli individui di poter accedere in modo equo e paritario alle opportunità offerte dalla società a cominciare dai servizi socio assistenziali per tutte le persone vittime di violenza.

U.D.i.RE è un’organizzazione nazionale senza fini di lucro, apolitica, apartitica ed aconfessionale, costituita da professionisti e volontari per offrire un servizio volto a: tutelare le PERSONE da qualsiasi forma di violenza, gestire i conflitti familiari e le crisi delle relazioni affettive, nonché promuovere e tutelare i diritti civili delle PERSONE.
U.D.i.RE è nata allo scopo di costruire un’azione politica nazionale che promuova azioni volte ad innescare un cambiamento culturale della società italiana nei riguardi del fenomeno della violenza sulle PERSONE. L’azione di U.D.i.RE parte dall’assunto che la violenza, soprattutto quella domestica è bidirezionale e colleziona vittime sia femminili sia maschili, nell’ambito di relazioni eterosessuali ed omosessuali in cui la vittima e il carnefice “non hanno sesso”.

U.D.i.RE combatte ogni forma di stereotipo, di tabù culturale e pregiudizio, lesivo della dignità umana e della libertà di una persona.
U.D.i.RE pone in essere iniziative idonee a realizzare politiche di pari opportunità in campo istituzionale, economico, sociale e culturale, al fine di dare effettiva attuazione ai principi di uguaglianza e di parità sociale sanciti dalla Costituzione e dalle Convenzioni internazionali. U.D.i.RE è un’organizzazione nazionale senza fini di lucro, apolitica, apartitica ed aconfessionale, costituita da professionisti e volontari per offrire un servizio volto a: tutelare le PERSONE da qualsiasi forma di violenza, gestire i conflitti familiari e le crisi delle relazioni affettive, nonché promuovere e tutelare i diritti civili delle PERSONE.

U.D.i.RE è nata allo scopo di costruire un’azione politica nazionale che promuova azioni volte ad innescare un cambiamento culturale della società italiana nei riguardi del fenomeno della violenza sulle PERSONE. L’azione di U.D.i.RE parte dall’assunto che la violenza, soprattutto quella domestica è bidirezionale e colleziona vittime sia femminili sia maschili, nell’ambito di relazioni eterosessuali ed omosessuali in cui la vittima e il carnefice “non hanno sesso”.
U.D.i.RE combatte ogni forma di stereotipo, di tabù culturale e pregiudizio, lesivo della dignità umana e della libertà di una persona.
U.D.i.RE pone in essere iniziative idonee a realizzare politiche di pari opportunità in campo istituzionale, economico, sociale e culturale, al fine di dare effettiva attuazione ai principi di uguaglianza e di parità sociale sanciti dalla Costituzione e dalle Convenzioni internazionali.