centro di ascolto

Il diritto alla vita di ogni PERSONA è protetto dalla Legge. Nessuno può essere sottoposto a maltrattamenti, tortura né a pene o trattamenti inumani o degradanti. Ogni persona ha diritto alla Libertà e alla Sicurezza

senza limiti di genere

Nessuno né come Stato né come gruppo o individuo può esercitare o compiere un atto che miri alla distruzione dei diritti o delle libertà fondamentali di ogni essere umano o di imporre a tali diritti e libertà limitazioni.

contro ogni forma di violenza

Ogni PERSONA ha diritto alla libertà di espressione, di pensiero, di coscienza e di religione. Il godimento dei diritti e delle libertà deve essere assicurato a qualsiasi essere umano, senza nessuna discriminazione.

Chiama U.D.i.RE non restare in silenzio!

SERVIZI

PROGETTI

SOSTIENICI

CONTATTI

NEWS

PROTOCOLLO ZARDO: un rimedio alla Sottrazione Internazionale di Minori

U.D.i.RE invita tutte le Associazioni, i movimenti, a sostenere e promuovere questa proposta, per chiedere che venga urgentemente istituito un tavolo operativo per la creazione di un “Protocollo” condeciso da applicarsi in casi di Sottrazione Internazionale di Minori. RIPORTIAMO A CASA I NOSTRI BAMBINI E PONIAMO FINE A QUESTA VIOLENZA!

Buone Feste! “Nel 2021 Tutti Liberi ed Uguali in DIGNITA’ e DIRITTI”

U.D.i.RE anche nel 2021 continuerà a promuovere politiche di pari opportunità in ogni settore della società, al fine di dare effettiva attuazione ai principi di uguaglianza e di parità sociale sanciti dalla Costituzione e dalle Convenzioni internazionali, rimuovendo quegli ostacoli che costituiscono discriminazione diretta ed indiretta nei confronti delle PERSONE.

La farfalla di U.D.i.RE riporta il sorriso a Holliwood

Le dichiarazioni dell’attore «Ora posso andare avanti pulito – commenta Mc Vicar – Ho conosciuto i miei avvocati  tramite l’associazione U.D.i.RE che è un centro antiviolenza. Li voglio ringraziare perché mi hanno ascoltato e hanno sempre creduto in me. Sono contro la violenza di ogni tipo, anche questo insegno a mio figlio. Un uomo deve sempre proteggere una donna».

IL “PROTOCOLLO ZARDO” PER PORRE RIMEDIO ALLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORI

UN GRAVE CASO DI SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DI MINORE

Aiutiamo il piccolo Erik a riabbracciare il suo Papà Mimmo Zardo

U.D.i.RE: “Quante lacrime dovranno ancora essere versate prima che qualcuno decida di porre fine a questo dolore? Quanti bambini e bambine dovremo ancora piangere in questa nostra nazione? Le Istituzioni italiane non possono più rimanere indifferenti davanti a questo dramma

#GIU’LEMANIDAIBAMBINI

LA PROPOSTA DI LEGGE DELLA REGIONE PIEMONTE

“Allontanamento Zero” una Legge a tutela dei bambini

Articolo 1: TUTELA DEL MINORE A CRESCERE NELL’AMBITO DELLA PROPRIA FAMIGLIA, RIMUOVENDO GLI OSTACOLI CHE SI FRAPPONGONO ALLA SUA REALIZZAZIONE.

Ciò che mi spaventa non è la violenza dei cattivi;
è l’indifferenza dei buoni”
(Martin Luther King)

LETTERA APERTA ALLE ISTITUZIONI ITALIANE

“L’Home Visiting non entrerà nelle nostre famiglie”

Le associazioni firmatarie manifestano viva preoccupazione e contrarietà a quanto sottoscritto e richiesto alle Autorità destinatarie della presente con comunicato del 22 marzo 2020 inviato da parte del CISMAI (Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l’Abuso all’Infanzia) titolato “Che impatto avrà l’isolamento sui bambini ‘invisibili’?”.

Genitori Affidatari separati dalle figlie dopo 4 anni.
Qualcuno ci sa dire perché?

Il dolore di due Genitori Affidatari separati dalle figlie DOPO 4 ANNI

Tiziana e Mauro, genitori per quattro anni di Bianca e Sabrina, improvvisamente non potranno avere più contatti con le piccole perché dichiarate adottabili. In un lungo post apparso su Facebook un paio di giorni fa una donna, Tiziana Cardile, ha reso pubblico il suo dolore e quello del suo compagno, Mauro Ferri, causato dalla perdita delle loro bambine. 

LO STRAPPO
Articolo di Massimo GRAMELLINI

Qualcuno ci sa dire perché due bambine possono venire date in affido a cuna coppia per quattro anni – dicesi quattro – e poi strappate ai loro affetti e a se stesse, separate e assegnate in adozione a genitori diversi? (…) Ma questa storia non va vista solo dalla parte degli adulti, i coniugi Tiziana Cardile e Mauro Ferri. Se la si guarda dalla parte delle bambine, Sabrina e Bianca, diventa ancora più atroce (…)

Interrogazione Parlamentare dell’On.le Beatrice Brignone

(…) è notizia di questi giorni, apparsa su molti quotidiani e giornali online, che due bambine, Bianca e Sabrina, in affido da quattro anni a una coppia di genitori aspiranti all’adozione delle stesse, Tiziana Cardile e Mauro Ferri, dovranno separarsi per sempre poiché i servizi sociali di pertinenza hanno comunicato ai genitori affidatari la dichiarazione di adottabilità delle minori; (…)

#LA VIOLENZA NON CONOSCE LIMITI DI GENERE

DISCRIMINAZIONE DI GENERE

Nessuna assistenza per William Pezzulo, l’Uomo sfigurato con l’acido

William Pezzullo, uomo vittima di violenza, che il 20 settembre 2012 fu sfigurato dall’acido dall’ex fidanzata 23enne e da un suo amico, condannati poi a 10 anni di reclusione…

25 NOVEMBRE 2020

Vittime della Rete
Rompiamo il Silenzio

Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

Evento realizzato in collaborazione con le Associazioni: DIACTION – AIEF TORINO – SIULP TORINO – ORIZZONTE SICUREZZA – AZIONE COLLETTIVA

ARGOMENTI: Revenge Porn – Stalking – Truffe Sentimentali – Cyberbullismo e conseguenze psicologiche – La Truffa dei Risarcimenti

“La tenebra non può scacciare la tenebra: solo la luce può farlo. L’odio non può scacciare l’odio: solo l’amore può farlo. L’odio moltiplica l’odio, la violenza moltiplica la violenza, la durezza moltiplica la durezza, in una spirale discendente di distruzione” (Martin Luther King)

IN EVIDENZA

Transessualità: “Non temiamo le diversità, ma consideriamole una risorsa

(…) I termini transessuale e travestito, nell’accezione comune, hanno avuto spesso una connotazione negativa, dovuta anche alla cattiva informazione e all’immagine distorta che ne hanno dato i media (…)

Il Transessualismo in carcere: una condizione estremamente dolorosa

“Se fuori dal carcere queste persone vivono una condizione difficile, la loro vita all’interno di un penitenziario diventa pressochè impossibile: diventa una lotta per la sopravvivenza.”