PROGETTI U.D.i.RE

Quest’area è dedicata ai progetti anti-violenza realizzati in sinergia con altre realtà associative e gli Enti Locali.

Anti Debiti Famiglia

Gli atti di violenza nei confronti del partner possono essere scatenati da diversi eventi. In generale, le situazioni di sovraccarico dovute all’accumulo di vari fattori di stress (ad es. stress finanziario, familiare, lavorativo, relazionale) possono indurre a risolvere un conflitto con la violenza.

Il progetto “Anti Debiti Famiglia” nasce a seguito di un’indagine condotta sul territorio di Torino dal nostro centro attraverso la quale, soprattutto negli ultimi cinque anni, si è rilevato un aumento esponenziale delle problematiche familiari dovute a situazioni di sovraindebitamento e/o perdita del posto di lavoro. 

I debiti possono creare tensioni in una famiglia o addirittura distruggerla. Le liti per questioni finanziarie rispetto a quelle legate ad altri argomenti durano di più e, talvolta, si trasformano in veri e propri drammi familiari nei quali spesso rischiano di essere coinvolti dei minori che assistono a scene di violenza e/o la subiscono.

U.D.i.RE, attraverso il suo team di avvocati, tributaristi e psicologi, ha attivato uno sportello finalizzato a porre in essere misure volte a prevenire la violenza di coppia, con l’obiettivo di sostenere le famiglie e le persone in situazioni di stress, mediante offerte di consulenza e di sostegno generali, nonché offerte di consulenza specifiche per aiutare la singola persona o la coppia a superare situazioni di conflittualità e trovare un modo non violento per gestirle.


EmotivaMente

Emotivamente è un progetto di “sostegno emotivo” di gruppo, realizzato dal team di psicologi del Centro U.D.i.RE in collaborazione con l’Associazione GE.SE.FI ONLUS ed è destinato a tutte le persone vittime di qualsiasi forma di violenza. Un percorso di incontri quindicinale e un gruppo composto da un minimo di 5 ad un massimo di 15 persone, in cui tra le tecniche usate un ruolo chiave è ricoperto dal roleplaying (o gioco di ruolo) con il quale vengono messe in scena specifiche dinamiche relazionali che permettono all’individuo di comprendere come stare nella relazione senza utilizzare la manipolazione o senza subirla.