Psicologi Giuridici discutono la lettera aperta del CISMAI che propone una Task Force a protezione dei minori nel periodo del Coronavirus.

INTERVENTO DEL PROFESSORE GUGLIELMO GULLOTTA (Decano degli Psicologi Forensi Italiani):

“…Sono d’accordo sul fatto che in un periodo come questo i bambini vadano tutalati, ma con la massima attenzione. Perchè come abbiamo visto nei casi di Bibbiano, talvolta con l’intento di migliorare la loro situazione la si può di gran lunga peggiorare.” …”Nei documenti del CISMAI si sostiene che l’abuso sessuale e il maltrattamento, è diffuso e nascosto. Sulla base di questa premessa si fanno delle indagini che talvolta producono il male che cercano di contrastare.
…”Perchè vengono fatte domande di carattere suggestivo che presuppongono che i fatti siano veri…Così la segnalazine di un insegnante o vicino di casa o di un coniuge, può costituire la ‘miccia’ per interpretare fatti che avrebbero un altro significato. I bambini sono stati sottratti in molti casi (non in tutti naturalmente), da famiglie e portati in un’altra famiglia.”
“Quello che preoccupa in questo caso è che, addirittura, si fa richiamo alla possibilità giuridica che gli assistenti sociali decidano per conto loro se la situazione è pericolosa per il bambino e lo sottraggono alla famiglia senza un controllo giurisdizionale e senza che ci sia il contraddittorio. Ecco perchè non sono d’accordo su questo documento.”
…Voglio leggere (e lo leggo per essere preciso con le parole) che cosa il 28 febbraio 2019, ha detto il COMITATO DEI DIRITTI DEL FANCIULLO DELLE NAZIONI UNITE:
‘RICHIEDENDO CHE BISOGNA GARANTIRE CHE LA RIMOZIONE DEI BAMBINI DALLA FAMIGLIA, COMPRESI QUELLI CON DISABILITA’, SIA CONSENTITA IN OGNI CASO SOLO DOPO UN’ATTENTA VALUTAZIONE DEL MIGLIORE INTERESSE E CHE SIA EFFICACEMENTE MONITORATA’
…Tutto questo non vedo nel documento…che può avere le migliori intenzioni del mondo ma sembra frettoloso e, sotto questi spetti, DA NON SOTTOSCRIVERE e NON ACCOGLIERE“.

FONTE:

Categories:

Comments are closed